L’antica pratica del massaggio è ormai entrata a far parte della routine di molti di noi. Concedersi uno o più massaggi a settimana è un toccasana sempre più diffuso, percepito non più come lussuosa pratica d’elite ma come sana abitudine alla portata di tutti, al fine di alleviare lo stress, tonificare il corpo e la mente o semplicemente cercare un generale senso di benessere.

Ogni massaggio ben eseguito è fondamentalmente rilassante: la giusta pressione applicata sul nostro corpo consente di allentare le tensioni accumulate. Per troppo tempo abbiamo trascurato questo aspetto (e fabbisogno) del nostro corpo (e della nostra psiche) travolti dalla frenesia della quotidianità. La pratica – quasi un rituale – del massaggio ha invece ricadute significative sulla nostra salute e sul nostro umore, come vedremo in questo articolo.

In questo senso il massaggio drenante e quello detossinante potrebbero essere considerate due facce della stessa medaglia. Entrambi infatti mirano a “pulire”, a drenare appunto, sostante di scarto, tossiche e dannose per il nostro organismo. Il massaggio drenante aiuta ad smaltire scorie organiche ed è quindi particolarmente adatto per i percorsi di disintossicazione. A suo volta un massaggio detossinante, come suggerisce la parola, mira a drenare le tossine presenti nel nostro corpo. Sia a livello “semantico” che a livello pratico, dunque, le differenze tra questi due massaggi sono minime. Si tratta in entrambi i casi di massaggi rilassanti e purificanti, atti contemporaneamente a migliorare il nostro tessuto connettivale ed energetico.

Possiamo tuttavia evidenziare che mentre il massaggio drenante è più collegato allo smaltimento di scorie interne prodotte da nostro stesso organismo (magari dopo un’operazione invasiva), il massaggio detossinante è collegato a filo doppio con le problematiche ambientali del mondo in cui viviamo, come sappiamo afflitto dal problema dell’inquinamento e da una sempre maggiore tossicità (pur non letale, salvo casi eccezionali) dell’aria che respiriamo, dei prodotti che consumiamo e più in generale dello stile di vita che conduciamo. In entrambi i casi, una pulizia delle zone più sensibili non può che giovare al nostro organismo.

In generale, queste operazioni di pulizia vengono regolarmente espletate attraverso la sudorazione e la diuresi, ma il crescente numero di interventi di chirurgia estetica (pre e post operazione) e la contaminazione sempre più invasiva di agenti chimici nel mondo che abitiamo fanno sì che un buon massaggio possa fare la differenza nello smaltimento dei rifiuti del nostro corpo.

Che propendiate per il massaggio drenante o per quello detossinante, godrete di una seduta purificante per corpo e mente.

Vi starete chiedendo come funzionano a livello pratico questi massaggi? Ebbene, come detto non c’è una regola precisa o fissa, del resto il massaggio è, e rimane, qualcosa di molto personale e personalizzabile, a seconda delle esigenze di ognuno: ecco perché è sempre consigliabile rivolgersi ad un personale qualificato che sappia assecondare con cognizione di causa i vostri desideri e non eseguire meccanicamente delle istruzioni.

Scelto con cura lo “chef” per il nostro massaggio, quello su cui potete davvero sbizzarrirvi sono gli “ingredienti”. Per ottenere un relax pressoché totale vi consigliamo di utilizzare pietre calde lungo la colonna vertebrale (in poche parole il terapista utilizza pietre lisce e leggermente riscaldate quasi come “estensione” delle proprie mani), impacchi caldi o freddi a seconda delle esigenze, ed unguenti a piacimento. Tra gli oli più indicati ci sono quelli dal sapore esotico come patchouli o jojoba, ma anche fragranze più classiche come la noce moscata o il legno di cedro.

Ricordate però che queste pratiche da solo non possono certo fare miracoli: occorre condurre uno stile di vita sano coadiuvato da una dieta equilibrata.

Sperando che questo articolo sia stato interessante e utile vi invitiamo a collaborare attivamente con gli “operatori ambientali” del nostro organismo e vi ricordiamo, come disse Hunter “Patch” Adams, che quasi tutti i problemi hanno delle componenti nello stile di vita che si fa, e che il medico viene interpellato solo quando il danno ha già raggiunto un certo livello. Ecco allora che un massaggio rilassante, drenante o detossinante, può essere un buon alleato per la propria salute.

Trovi tutto su guida ai massaggi  cliccando sul bottone verde SCOPRI DI PIU’”

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.